Le finitalità e la proposta educativa

Il fine del Coro si realizza se ogni partecipante adotta atteggiamenti comuni al cammino di fede della singola persona e della comunità stessa, che diano ai suoi componenti e a chiunque venga a contatto con questa realtà un aiuto concreto per vivere da cristiani nel mondo. Ciò significa testimoniare il Vangelo non solo durante le liturgie o i concerti-preghiera, ma nella vita di tutti i giorni. Il corista è un cristiano chiamato a manifestare la gioia della fede e lo stupore innanzi alla bellezza del creato e dell’arte, non solo attraverso il canto, ma con tutta la propria vita.

Momenti cardine della vita comunitaria del Coro sono i ritiri di preghiera nei tempi forti dell’anno liturgico. La preghiera è, infatti, l’origine del servizio e della crescita spirituale comunitaria della realtà del Coro, così come di ogni realtà analoga e cristianamente ispirata.

Le finitalità e la proposta educativa

Il fine del Coro si realizza se ogni partecipante adotta atteggiamenti comuni al cammino di fede della singola persona e della comunità stessa, che diano ai suoi componenti e a chiunque venga a contatto con questa realtà un aiuto concreto per vivere da cristiani nel mondo. Ciò significa testimoniare il Vangelo non solo durante le liturgie o i concerti-preghiera, ma nella vita di tutti i giorni. Il corista è un cristiano chiamato a manifestare la gioia della fede e lo stupore innanzi alla bellezza del creato e dell’arte, non solo attraverso il canto, ma con tutta la propria vita.

Momenti cardine della vita comunitaria del Coro sono i ritiri di preghiera nei tempi forti dell’anno liturgico. La preghiera è, infatti, l’origine del servizio e della crescita spirituale comunitaria della realtà del Coro, così come di ogni realtà analoga e cristianamente ispirata.

Entrare nel Coro

Nel mese di settembre iniziano le prove per preparare gli appuntamenti dell’anno pastorale in corso e l’attività del Coro termina nel mese di giugno. I nuovi coristi possono studiare i brani di maggior uso tramite i file Audio Guida reperibili nell’Area Riservata del sito internet, seguendo le indicazioni del Direttore o degli Animatori delle sezioni di canto.

Per partecipare alla vita del Coro è necessario comprendere e condividere il fine spirituale.

Indicazioni per chi desidera entrare nel Coro:

  • Avere una predisposizione al canto
  • Non è indispensabile saper leggere la musica
  • Offrire la disponibilità per le prove settimanali e gli appuntamenti in programma
  • Vivere da cristiani nel mondo
  • Avere l’entusiasmo e la volontà di vivere in una comunità di credenti
  • Condividere i valori e il fine spirituale del Coro Interparrocchiale Pacem in terris
  •  Durante la prima prova sarai accolto dal Direttore o dal Vicedirettore e accompagnato dall’Animatore della tua sezione di canto
  • Le prove ordinarie, per preparare gli appuntamenti in programma, si tengono normalmente al martedì dalle 20:30 alle 22 e terminano con la preghiera comunitaria.
  • Ai nuovi coristi viene data la possibilità di registrarsi all’Area Riservata sul sito per accedere agli spartiti, agli avvisi e ai file audio guida
  • Per facilitare l’apprendimento dei brani di maggior uso i nuovi coristi possono utilizzare i file audio guida, suddivisi in voce di canto
  • Gli spartiti dei canti vengono scaricati dall’Area Riservata e la stampa è a carico dei coristi
  • Durante il Ritiro di Avvento avviene la presentazione dei nuovi coristi che ricevono la Cartellina, la stola o la cravatta e incominciano il loro servizio nel Coro per l’anno pastorale in corso
  • L’attività del Coro inizia nel mese di settembre e si conclude, generalmente, nel mese di giugno. La partecipazione alle attività del Coro prevede una responsabile cura delle prove ordinarie. Tuttavia, nello spirito di comunità, si comprendono le esigenze personali e famigliari che impediscono la costante presenza agli appuntamenti in programma. Ciascuno è chiamato, presa visione della programmazione di un evento, a segnalare l’eventuale assenza entro breve tempo agli Animatori della propria sezione.

Entrare nel Coro

Nel mese di settembre iniziano le prove per preparare gli appuntamenti dell’anno pastorale in corso e l’attività del Coro termina nel mese di giugno. I nuovi coristi possono studiare i brani di maggior uso tramite i file Audio Guida reperibili nell’Area Riservata del sito internet, seguendo le indicazioni del Direttore o degli Animatori delle sezioni di canto.

Per partecipare alla vita del Coro è necessario comprendere e condividere il fine spirituale.

Indicazioni per chi desidera entrare nel Coro:

  • Avere una predisposizione al canto
  • Non è indispensabile saper leggere la musica
  • Offrire la disponibilità per le prove settimanali e gli appuntamenti in programma
  • Vivere da cristiani nel mondo
  • Avere l’entusiasmo e la volontà di vivere in una comunità di credenti
  • Condividere i valori e il fine spirituale del Coro Interparrocchiale Pacem in terris
  •  Durante la prima prova sarai accolto dal Direttore o dal Vicedirettore e accompagnato dall’Animatore della tua sezione di canto
  • Le prove ordinarie, per preparare gli appuntamenti in programma, si tengono normalmente al martedì dalle 20:30 alle 22 e terminano con la preghiera comunitaria.
  • Ai nuovi coristi viene data la possibilità di registrarsi all’Area Riservata sul sito per accedere agli spartiti, agli avvisi e ai file audio guida
  • Per facilitare l’apprendimento dei brani di maggior uso i nuovi coristi possono utilizzare i file audio guida, suddivisi in voce di canto
  • Gli spartiti dei canti vengono scaricati dall’Area Riservata e la stampa è a carico dei coristi
  • Durante il Ritiro di Avvento avviene la presentazione dei nuovi coristi che ricevono la Cartellina, la stola o la cravatta e incominciano il loro servizio nel Coro per l’anno pastorale in corso
  • L’attività del Coro inizia nel mese di settembre e si conclude, generalmente, nel mese di giugno. La partecipazione alle attività del Coro prevede una responsabile cura delle prove ordinarie. Tuttavia, nello spirito di comunità, si comprendono le esigenze personali e famigliari che impediscono la costante presenza agli appuntamenti in programma. Ciascuno è chiamato, presa visione della programmazione di un evento, a segnalare l’eventuale assenza entro breve tempo agli Animatori della propria sezione.
“Ecco, tu dici, io canto! Tu canti, certo, lo sento che canti: ma bada che la tua vita non abbia a testimoniare contro la tua voce. Cantate con la voce, cantate con il cuore, cantate con la bocca, cantate con la vostra condotta santa. «Cantate al Signore un canto nuovo».”
S. Agostino
X
X
Facebook
Instagram
YouTube