Un cuore solo e un’anima sola

L’incontro con gli Animatori delle sezioni di canto è iniziato con il brano “Un cuor solo” e meditando questo bellissimo passo degli Atti degli Apostoli.

Quale miglior premessa per parlare di noi coristi, delle relazioni tra i membri del gruppo, della nostra motivazione a farne parte e del senso di appartenenza che sentiamo rispetto al Coro.

In questi otto anni il Coro ha portato la Parola di Dio, attraverso il canto, in tante chiese e realtà diverse, in luoghi di cura e di assistenza. Abbiamo incontrato tanti volti e tante storie, sono nate bellissime amicizie che continuano nel tempo.

La realtà del Coro interparrocchiale sceglie di essere aperta agli eventi che ci possono trasformare puntando sull’accoglienza verso i nuovi arrivati che desiderano condividere il nostro cammino. E’ lo spirito di servizio, il desiderio di lodare Dio cantando insieme, il desiderio di condivisione tra noi e con le persone che partecipano ai concertimeditazione che ci motivano e ci fanno proseguire questo impegno di fede e di testimonianza.

In questi anni abbiamo incontrato anche momenti di difficoltà uniti a tante occasioni di gioia. Abbiamo ricevuto dal Signore la forza e l’aiuto per superare i momenti di stanchezza, aprendoci a prospettive nuove e facendo molta strada a livello umano e spirituale.

E’ importante continuare a vivere bene le relazioni tra noi, ascoltando chi ci sta accanto, costruire relazioni fraterne, anche offrendo esperienze di condivisione tra coristi e ricercando momenti di silenzio per comprendere a pieno il nostro servizio.

Crediamo davvero che il canto possa muovere i nostri cuori e possa farci vibrare della bellezza di Dio e noi possiamo fare la nostra piccolissima parte.

Loredana

X
X